Materiali

Ogni gioiello della nostra collezione Rainforest Jewelry è un’ode scintillante alla bellezza incontaminata dell’Amazzonia. Con cura e rispetto, raccogliamo i materiali più belli direttamente dal cuore della foresta pluviale, a volte arricchiti dalle più fini perle rocaille. Le nostre creazioni offrono non solo un’alternativa abbagliante e laboriosa alla deforestazione, ma conservano anche la magnificenza della natura.

Il viaggio di ogni materiale naturale, dalla foresta pluviale al gioiello, è intriso di tradizione. Proprio come facevano i nostri antenati secoli fa, prepariamo questi tesori con metodi senza tempo. I semi sono forati a mano con amore, accuratamente levigati e lucidati alla perfezione, tutto per creare un gioiello che non è solo mozzafiato nella sua bellezza, ma anche assolutamente unico. Ogni pezzo è il risultato di un’abilità artigianale senza pari e di una precisione artigianale.

Qui sotto troverai una mappa del tesoro ai materiali più incantevoli che utilizziamo nella nostra magia dei gioielli.

Palma da Datteri

I semi di palma da dattero sono i semi del dattero (Phoenix dactylifera), una specie originaria del Medio Oriente e del Nord Africa ma coltivata in molte parti del mondo per il suo frutto dolce, conosciuto come datteri. I semi di palma da dattero sono anche utilizzati in artigianato e progetti artistici. Possono essere intagliati, lucidati o dipinti per creare oggetti decorativi come gioielli, ornamenti o sculture. La loro forma e texture uniche li rendono materiali popolari per progetti creativi.

Perline di legno

Le perline di legno sono utilizzate da secoli in varie culture di tutto il mondo. Sono apprezzate per la loro estetica naturale, versatilità e facilità di adattamento. Il legno, come risorsa rinnovabile, aggiunge un aspetto ecologico alla lavorazione di queste perline.

Lacrime di Giobbe

Le grigie Jobstranen, che assomigliano a ceramica smaltata, sono chiamate kanifro. Hanno naturalmente un buco. I bambini possono facilmente farle scivolare dallo stelo per infilarle. Provengono dalla pianta tropicale perenne portatrice di grano della famiglia Poaceae.

Oleandro giallo, Thevetia

Questi semi provengono dalla pianta di oleandro giallo (Thevetia peruviana) e sono tossici. Tradizionalmente, le popolazioni indigene ne fanno dei sonagli (‘karawasi’) legando i frutti maturi essiccati a un bastone attaccato a un cestino warimbo (intrecciato con Ischnosiphon arouma) e sbattendoli sul terreno durante le danze tradizionali in un certo ritmo, creando così un suono tintinnante. Spesso questi sonagli vengono anche realizzati come ornamenti per i piedi.

Zucca

Le zucche ornamentali sono piante affascinanti con applicazioni versatili che si presentano in diverse forme e dimensioni. Dal servire come contenitori e strumenti musicali all’essere utilizzati nell’artigianato e nelle decorazioni, hanno una vasta gamma di utilizzi. Alcune culture utilizzano addirittura zucche essiccate come base per creare opere d’arte e gioielli intricati.

Fagiolo di Cavallo

I semi del Mucuna Sloanei (Albero dell’occhio del cavallo) assomigliano a un occhio o a un hamburger, motivo per cui spesso vengono chiamati occhi di cavallo, occhi di capra, occhi di mucca o fagioli hamburger.

Semi di Ormosia nobile

I fagioli Paternoster, anche conosciuti come “Kokrikri” in surinamese, sono una specie di fagiolo originaria dell’America Centrale e del Sud. Sono piccoli, lucenti e spesso colorati. Questi fagioli di solito non vengono consumati a causa della loro tossicità; tuttavia, sono spesso usati decorativamente nella produzione di gioielli o come piante ornamentali. I semi contengono composti tossici come l’abrina, rendendoli velenosi se ingeriti. Pertanto, sono principalmente utilizzati a scopo decorativo anziché culinario.

Noce di cocco

La dura buccia esterna della noce di cocco può essere intagliata, lucidata o dipinta per creare una vasta gamma di oggetti. Questi possono includere ciotole, tazze, cucchiai, bottoni, ornamenti e persino gioielli. Le arti e mestieri in guscio di cocco richiedono spesso abilità di intaglio precise e attenzione ai dettagli.

Semi di Morototoni

I semi di mara mara provengono dall’albero Morotoni (Didymopanax morototoni), una specie arborea che si trova principalmente in alcune parti dell’America del Sud, tra cui Brasile, Venezuela e Colombia. Questi semi sono spesso utilizzati per vari scopi, tra cui applicazioni artigianali e decorative. I semi dell’albero Morotoni sono noti per la loro durata e la loro bellezza naturale. Vengono perforati a mano e possono poi essere colorati con sostanze naturali per essere utilizzati nella produzione di gioielli, progetti di artigianato o addirittura come accenti decorativi.

Semi di Açai

I semi di açaí sono spesso utilizzati nella realizzazione di gioielli grazie alla loro bellezza naturale e sostenibilità. Dopo che le bacche di açaí sono state raccolte per la loro polpa, i semi vengono spesso scartati. Tuttavia, gli artigiani hanno trovato un modo creativo per riutilizzare questi semi trasformandoli in gioielli unici e rispettosi dell’ambiente.

Semi di palma

Una varietà di semi di palma può essere utilizzata nella creazione di gioielli, ognuno offrendo caratteristiche uniche e un fascino estetico. Nel complesso, la varietà di semi di palma disponibili offre ai creatori di gioielli un’ampia gamma di opzioni per creare pezzi distintivi e rispettosi dell’ambiente. Ogni tipo di seme porta il suo fascino e carattere nei design dei gioielli, rendendoli scelte popolari tra gli artigiani e i consumatori attenti all’ambiente.

Perline di vetro Rocaille

Le perline rocaille sono piccole perline, spesso rotonde, utilizzate nella realizzazione di gioielli, soprattutto nel lavoro di perline e nella ricamo. Sono apprezzate per la loro dimensione e forma uniforme, che le rende ideali per disegni e motivi complessi. Le perline rocaille sono generalmente fatte di vetro, ma possono anche essere realizzate in plastica o in altri materiali. Esistono in una vasta gamma di colori e finiture, tra cui opaco, metallico e iridescente.

Semi di Canna Indiana

La storia narra che i soldati abbiano utilizzato i semi del Canna Indica (Sakasiri) come munizioni nel XIX secolo durante la rivolta indiana quando le loro pallottole ordinarie erano esaurite. In questo modo, il Canna si è diffuso ulteriormente nella natura.

Contatto

Potete contattarci tramite i canali sottostanti.

 +579 8836-646
 +579 8836-646

Contenuto del tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto.

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.